LA NOSTRA RICETTA

La Farinata è un prodotto semplice, nato per sbaglio durante la battaglia tra Genovesi e Pisani. Una storiella affascinante, probabilmente una leggenda, e come si sà ogni leggenda che si rispetti ha sempre un fondo di verità!

La storia narra che una nave Genovese durante questa battaglia fu travolta da una tempesta, e i barili contenenti la farina di ceci si ribaltarono. La farina mescolata con l’acqua di mare diede vita ad una poco appetitosa poltiglia.

Una ricetta leggendaria

Finita la tempesta, il miscuglio di acqua e farina si seccò, ed i marinai stremati dalla fame decisero di assaggiarlo. Tanto sorprendente fu il sapore che rientrati in porto ricrearono l’impasto aggiungendo però dell’olio d’oliva e cuocendola in un forno a legna, dando così vita alla ricetta della Farinata che abbiamo oggi.

Nata così, per errore e durante un periodo difficile, questa ricetta si è fatta spazio nelle case e nelle tradizioni, accompagnando i genovesi nei periodi di povertà e carestia fino a diventare uno dei loro spuntini preferiti.

MISCELA DELLA FARINATA

La farinata di famiglia

La Famiglia Veximà ha fatto della farinata il proprio stile di vita.

La sveglia suona presto ogni mattina, a parte la domenica in cui si riposa, perchè si deve iniziare a lavorare i prodotti e a coccolare le materie prime.

Si prepara la mescola di acqua, sale e farina di ceci, per poi far riposare l’impasto per 5 ore. Nel frattempo si tagliano, sminuzzano e puliscono le eventuali guarnizioni, si scalda il forno e si preparano i Testi, le grandi teglie di rame dove cuoce la Farinata.

La farinata di famiglia

La Famiglia Veximà ha fatto della farinata il proprio stile di vita.

La sveglia suona presto ogni mattina, a parte la domenica in cui si riposa, perchè si deve iniziare a lavorare i prodotti e a coccolare le materie prime.

Si prepara la mescola di acqua, sale e farina di ceci, per poi far riposare l’impasto per 5 ore. Nel frattempo si tagliano, sminuzzano e puliscono le eventuali guarnizioni, si scalda il forno e si preparano i Testi, le grandi teglie di rame dove cuoce la Farinata.

Dopo che l’impasto ha riposato a sufficienza, si versa assieme l’olio direttamente nelle speciali teglie di rame, e si mescola.

Si guarnisce se necessario e poi in forno, per 10 minuti in cui viene controllata e girata accuratamente.

Alla fine il risultato è un prodotto semplice, buono, con una crosta croccante e un interno morbido e gustoso.

L’importanza degli ingredienti

Quando si ha a che fare con prodotti così essenziali ciò che
conta davvero sono le materie prime e questo il Veximà lo sà bene.

TUTTO NASCE DALLA FARINA

LA FARINA DI CECI

La farina di ceci utilizzata è macinata nel mulino di Pegli, l’unico che macina esclusivamente questi legumi, e che fortunatamente permette la scelta della farina di prima scelta.

Questa selezione di un mulino specializzato gli ha permesso anche di poter servire il proprio prodotto agli intolleranti al glutine.

L’ORO GIALLO DELLA LIGURIA

L’OLIO E.V.O


L’olio è rigorosamente extravergine d’oliva, e questo da alla loro farinata una leggerezza e una digeribilità senza pari.

PROFUMI DAL MARE

PESCE FRESCO

Stefano, Adele e lo Zio scelgono il miglior pescato, come i rossetti esclusivamente del mar ligure perché più puliti e saporiti e i polpi dal mar tirreno.


GLI ALTRI SAPORI

GLI ALTRI
SAPORI

Cipolline, funghi, e molto altro vanno a impreziosire un meraviglioso prodotto della tradizione, rendendo la farinata non solo uno spuntino sfizioso ma anche un’ottima cena.

Abbinata ad un buon vino bianco, o al prosecco per un gustoso aperitivo tradizionale, i più giovani la amano accompagnare con una buona birra fresca nelle calde serate estive.